Oftalmologia Candia

Curare il Glaucoma

Curare il glaucoma grazie all’intervento del Prof. Ciro Tamburrelli, Primario all’Ospedale oftalmico di Roma.
La cura del glaucoma prevede almeno tre modalità:

  1. la terapia medica: i colliri hanno lo scopo di ridurre la quantità globale di umore acqueo all’interno dell’occhio, e quindi di ridurre la pressione. Ciò avviene o riducendone la produzione o aumentandone il deflusso.
  2. la laserterapia: il trattamento laser del glaucoma ha lo scopo di modificare il sistema oculare di deflusso per ottenere che l’umore acqueo esca dall’occhio più facilmente; le procedure ed i tipi di laser sono diverse a seconda del tipo di glaucoma e del suo stadio di evoluzione. La laserterapia comprende numerose tecniche che hanno in comune la peculiarità di poter essere attuate in modo ambulatoriale, e sono per lo più indolori.
  3. gli interventi chirurgici: gli interventi antiglaucomatosi hanno lo scopo di aprire un passaggio nelle pareti dell’occhio per consentire l’uscita dell’umore acqueo in eccesso. L’intervento più comunemente usato è la trabeculectomia. Esistono però numerose altre procedure che vengono utilizzate di volta in volta, in funzione al tipo di glaucoma, allo stadio di evoluzione della malattia, all’età del paziente. In particolare si sta diffondendo l’uso di valvole di deflusso impiantate durante l’intervento che permettono di modulare la quantità di liquido che deve fuoriuscire dal bulbo oculare.